Associazione Ligure Arrampicata

Associazione Ligure Arrampicata

mercoledì 16 gennaio 2019

NUOVE GUIDE PONENTE LIGURE BOULDER E CORDA - VALLE ARGENTINA - MONTE CAGGIO

Amici Climbers, qui di seguito vi presento 3 mini guide che spero vi siano utili e gradite; si tratta di un Aggiornamento dei settori Principale e Boschetto a Loreto e due guide di boulder.
Premesse brevissime:
chiedo scusa per errori di ortografia e/o battitura che non ho più corretto per pigrizia;
i gradi sono sempre delle proposte mai delle verità assolute;
tutte le vie nuove sono state pulite e ripetute, in ogni caso si raccomanda SEMPRE di prestare attenzione a eventuali pietre instabili.
Descrizioni brevi:
Rocce di Loreto - Aggiornamento dicembre 2018
Durante l'anno 2018 Mario Innino ha scovato ben 8 nuove linee tra il settore Principale ed il Boschetto. Coadiuvato da Alessio Moraldo ed io, nel periodo febbraio-marzo si è valorizzata l'area del Boschetto pulendo ed attrezzando la parete dove prima correva solitaria la via Paturnie d'amor. Nascono così Hachiko, Borderline, Cavalca il drago, Eeny Meny Manu Moe e Crack'roll dance. Dopo la pausa estiva invece si sono aggiunte una serie di linee che pur essendo indipendenti vanno a saturare alcune zone rimaste libere, come la via Non c'è 2 senza 3 ancora nel Boschetto compresa tra Les reves de vini e Nui trei, segue Pierino la peste a sinistra di Homo bastardus sulla parete compresa tra il settore Principale ed il settore di Fata Morgana; qui da segnale che la via Enzo Spitze è stata schiodata. Infine l'ultima arrivata Fatina del Bosco si affianca a Ciao Mara (quest'ultimo tiro è stato chiodato già qualche anno fa ma non era presente sull'ultima guida pubblicata Oltrefinale#3) “chiudendo” così la parete del settore Principale.
Triora Bouldering – Settore Over Road
Si tratta di un settore posto al di sopra della strada provinciale, raggiungibile aggirando sulla sinistra il macigno dell'area pic nic e risalendo la pietraia seguendo la traccia di sentiero. É una zona ideale per l'inverno, periodo nel quale non si può frequentare l'area boulder nel fiume; il sole rimane fino alle 13 nelle giornate più corte. La roccia è il calare della falesia, ma sui passaggi proposti non risulta doloroso. Le basi sono comode, pianeggianti e con erba. Se non ricordo male, alcuni passaggi furono saliti da Matteo Pino; successivamente l'area è stata rivista in maniera sistematica  da me e da Federico Zucchi. Nella guida sono indicate le linee più logiche, ma sono possibili diverse combinazioni. Risalendo versante verso la falesia sono presenti numerosi massi, ma si sconsiglia di provarli (scomodi, roccia molto dolorosa..).
Monte Caggio Boulder
La guida ha avuto una lunga gestazione; iniziata nel 2013 il continuo pulire nuovi massi ne rallentava “la pubblicazione” così come la volontà di “sfornare” una guida il più completa possibile. Nel 2018 ho deciso di chiuderla con il materiale che avevo a disposizione; ecco quindi che alcuni settori vengono solo individuati ma non sono puliti (Settore Terra di Mezzo) ed altri sono puliti in parte ma non sono rappresentati in quanto in quel momento ero in mancanza delle foto dei massi (Settore Monte Bignone e Monte Caggio).
Negli ultimi due anni la frequentazione ha subito un rallentamento e quindi tutto il lavoro di pulizia  rischia di perdersi e sarebbe un vero peccato; ci sono linee veramente molto estetiche. Quindi è probabile che alcuni passaggi siano da rispazzolare un po'; vi consiglio di portarvi sempre una spazzola di ferro ed una più morbida. Ad aprire le danze in ottica boulder è stato sicuramente Bigi nei primi anni 2000 che con amici aveva pulito vari massi proprio sulla cima del Monte Caggio (corrisponde al Settore Monte Caggio) e nel settore Inversione di San Romolo dove potrete trovare Gorilla nella nebbia, uno dei passaggi più “storici” dell'area. Successivamente Federico Zucchi ha pulito l'80% dei passaggi presenti sulla guida e liberato il 95% degli stessi a partire da The beginning, il primo passaggio da lui spazzolato e liberato. Da segnalare linee molte estetiche come Triangolandia o T-Rex o ancora Cramento un higball liberato da Bigi, tutte al settore Termini di Perinaldo. Relativamente ai gradi proposti troverete alcuni gradi V0, ovvero passaggi fino al 5° (successivamente ho abbandonato questo tipo di gradazione indicando la difficoltà anche nei passaggi di 3° o 4° grado), poi troverete degli NL cioè Non Liberato e dei NP Non Provato, cioè delle linee che al momento erano state pulite ma non ancora provate. Per ogni settore ho indicato la data di ultimo aggiornamento, in questo modo nel momento in cui un settore viene aggiornato potrete stampare solo le pagine relative al settore in questione.
Epilogo abbastanza breve:
Come ho già detto spero vi siano utili, gradite e spero che vi rechiate a provare tutte le proposte, vie e boulder.
Rispettate SEMPRE i luoghi dove scalate, NON accendete fuochi, NON lasciate rifiuti e NON alterate la roccia; cosa potete e dovete fare? scalare e divertirvi!
Se avete suggerimenti, precisazioni o nuove informazioni da segnalare sono ben disposto a raccoglierle ed integrarle in nuovi aggiornamenti.
Dave

mercoledì 26 dicembre 2018

BUONE FESTE AMICI CLIMBERS!

L'associazione ALA augura un sereno Natale e Buone Feste a tutti gli associati, amici e simpatizzanti!
Con l'augurio di dita più forti, avambracci a resistenza infinita, spalle invincibili e addominali d'acciaio!!!!
... e ricordatevi che Babbo Natale si scalda sull'8b, fa trazioni monodito a colazione e ha degli addominali da paura!!

martedì 6 novembre 2018

LA GALERA, EVADE rrrrrraaaaainy days

E continuano...
Sto parlando delle giornate piovose che, dopo l'estate lunghissima e super secca (sulla costa), si sono messe a colpire la nostra zona e non sembra che vogliano allontanarsene, almeno in tempi brevi.
Comunque i nostri baldi climberi si son dati da fare nell'umido assai giovedì primo novembre alla Galera di Albenga, per la verità al limite della scalabilità (e solo su alcune vie di destra). Qui l'assatanato Randons ha avuto ragione di Karosta 7c, come ha fatto pure il Giovane.
Sabato invece c'è stato un buco di bel tempo e ci siamo spinti in una delle più probabili falesie asciutte dell'estremo Ponente (se non Francia), ovvero Alcatraz, nella fattispecie versione sottostante, l'Evadé.
Qui bella scalata on sight di Emachine, che non ha dato scampo a Bourkatastrophe 7a, mentre il Giovane ha tenuto senza problemi (ma con impegno, pare) le non facili tacchette e altro di Les vierges... 7b.
Domenica, per la cronaca, ancora piogge e altra giornata umida a Castillon. Stop.

Emachine "stampa" on sight Bourkatastrophe 7a all'Evadé. Foto del Pedalaino
Il grottino della Galera e un gruppo di coraggiosi/deficienti in azione, ritratti da uno di loro, Luca Pedalino
Randons allo stampo su Karosta 7c

lunedì 22 ottobre 2018

MONDO SOMMERSO, CHOUCHOU, LORETO strani mondi ed altro

Gli Alani son tornati dalle vacanze in Sardegna assai in forma e il sottoscritto sabato li ha trascinati in quel del Mondo Sommerso, nuova falesia ingauna.
Nonostante la roccia sia bella (ma non ancora sicurissima), la falesia risulta un po' strana, a volte per la chiodatura e a volte per le valutazioni.
I gradi sulla nuova guida non sono molto corretti e qui di sotto troverete le nostre opinioni su alcuni tiri, evidentemente quelli che abbiamo salito o provato.
Per la cronaca, belle scalate dei due Gianni, che sono saliti flash (dopo l'on sight di Privi) sulla bella Kazan 6c.
Domenica invece i makisti sono tornati a Chouchou, dove Randons ha chiuso i conti con Chouchou Place 7c, mentre Emachine, Lucien, Gianni Ciru ed io siamo andati a Loreto.
Tanto per cambiare il solo Emachine ha risolto velocemente Sun fighe... 7b, noialtri nulla.
C'est la vie...

 Chouchou Place 7c con Randons in azione. Gran bel muro!

Gianni tenta Kursk 6c+ a Mondo Sommerso, assicurato da Privi che la flasherà poco dopo

Mondo Sommerso rivisto da noialtri, of course senza pretese di verità assoluta!

lunedì 15 ottobre 2018

FONTANA, ERBORISTERIA al sole finalmente!

Era ora!
Finalmente si può scalare al sole, anche se a media quota fa ancora un po' caldo.
Ne abbiamo subito approfittato sabato scorso, con una puntata alla Fontana di Albenga.
Dopo il lavoro di smontaggio - da parte del nostro grande Lucien - degli sfortunati fittoni su Biko (gran bella via), ci siamo spostati a sinistra nel più piccolo settore, e qui il Giovane ha avuto ragione di Carro di buoi 7c, breve e cattivo come piace a lui, mentre Lucien ha domato le strane prese di Dopamina 7a.
Nello stesso giorno Antonio Ciokkaldo e Luca Fanciulli erano in azione alla Erboristeria alta, dove Luca si è portato a casa la assai bella Lavanda 7c.
Per la cronaca, il giorno seguente un bel gruppetto di climber del Ponente si è recato a Chouchou Place, oltre il Loup, in pieno sole, ma ormai, data la quota e un po' di vento, le condizioni si potevano definire perfette.
 Il Giovane, assicurato da Emachine, si tira fuori dal crux di Carro di buoi 7c, Fontana
Emachine sulla fessuretta finale della very nice Biko 6c+, Fontana

lunedì 8 ottobre 2018

EMISFERO It's a rainy day

Giornata di pioggia sabato scorso e pure freschetta...
Con gran parte degli alani in partenza per la Sardegna, noi poveretti siamo stati costretti a trovare una falesia di facile accesso e protetta dalla pioggia, nonché con tiri per tutti!
La soluzione è stata: Emisfero di Albenga.
Sule vie sempre fisiche della parete come sempre ha brillato Emanuele The Machine, che ha salito on sight Acqua 7a (duro assai), e Marea 7a (easy), nonchè al secondo giro Lava, sempre 7a.
Marco Privi e lo scriba sono anch'essi saliti in bello stile su Marea.
Han comunque battagliato validamente con l'acido lattico Elisabetta e Antonio.
Eli su Marea 7a, The Machine su Lava 7a, genovese su Vento 6c

giovedì 4 ottobre 2018

LORETO Open Day Arrampicata 2018


 The President Costa versione Legione Straniera indirizza i partecipanti...
 Scarpette e imbraghetti pert tutti. Venghino venghino...
Baldi giovanissimi provano e magari si appassioneranno!



Domenica 30 settembre sulle soleggiate pareti di Loreto, piccola frazione del
comune di Triora, si è svolta la Giornata dell’Arrampicata Open Day organizzata dall’Associazione Ligure Arrampicata Sanremo in collaborazione con il Comitato proviciale U.I.S.P. Imperia. Per un intera giornata
gli O.S.V. UISP (Operatori Sportivi Volontari – istruttori di arrampicata) e gli amici climbers dell'A.L.A. Sanremo si sono messi a disposizione dei numerosi partecipanti per far loro provare le splendide sensazioni di questo sport.
Con grande piacere molti di loro erano bambini che, accompagnati dai loro genitori, si sono cimentati con ottimi risultati sulle predisposte per l’evento.
Nell’area pic nic è stato montato un piccolo gazebo dove veniva fornito il materiale necessario: imbragatura, scarpette e caschetto.
Il Direttivo A.L.A. presieduto da Francesco Costamagna ringrazia tutti gli ospiti
partecipanti, oltre ai soci che si sono prodigati per la riuscita dell’evento, GiovanniMolinari del Cai di Bordighera che si è messo a disposizione fornendo anche utile materiale, il Comitato provinciale U.I.S.P. Imperia, e tutti coloro che hanno sostenuto e pubblicizzato l’evento. 
Dave
 Una storica maglietta dei primi anni Ala
Rinfresco per i partecipanti offerto dai volenterosi alani presenti